Contattaci

Chiamaci o compila il modulo sottostante e ti contatteremo entro 24 ore lavorative.

Informatica

L’Intelligenza Artificiale e il Trend Emergente dell’Edge Computing

L'edge computing sta rivoluzionando il mondo del cloud computing e dell'internet of things, migliorando la sicurezza dei dati.

L'edge computing potrebbe non sostituire completamente il cloud, che continua a conquistare i CIO, ma potrebbe acquisire una fetta significativa del mercato grazie alla sua capacità di gestire operazioni in tempo reale con bassa latenza, come quelle richieste dall'Internet of Things (IoT). L'approfondimento sui trend emergenti e le opinioni dei direttori IT rivela un futuro interessante per l'edge computing.

Il cloud e i CIO: un rapporto in evoluzione

Il rapporto tra i CIO e il cloud non è privo di complessità, ma è evidente che questa relazione è destinata a diventare sempre più solida. Secondo IDC, il cloud pubblico rappresenterà oltre il 70% della spesa per nuove applicazioni software enterprise entro il 2028. La crescente domanda di applicazioni basate sul cloud pubblico genererà un tasso di crescita annuale composto (CAGR) quinquennale del 16,5%, superando il CAGR dell’11,1% del mercato complessivo. Questo aumento è alimentato dall’intelligenza artificiale, in particolare l'IA generativa, che spinge verso un maggiore utilizzo della tecnologia cloud, come dimostrato dalla rapida crescita delle applicazioni SaaS e cloud-enabled.

Edge Computing: il futuro dell'elaborazione dati

L'edge computing sta guadagnando terreno. Con l'avvento dell'IoT, molte applicazioni che erano ospitate sul cloud si stanno spostando verso l'edge. In questo modello, i dati vengono elaborati e gestiti localmente, vicino alla loro fonte, riducendo la latenza e migliorando la velocità di elaborazione. Questo approccio aumenta l'efficienza e la reattività delle applicazioni.

La trasformazione digitale e il cloud in Italia

Le aziende italiane stanno basando la loro trasformazione digitale sul cloud. Secondo recenti studi, le imprese italiane hanno speso complessivamente 5,5 miliardi di euro in servizi cloud nel 2023, con un incremento del 19% rispetto al 2022. Molte aziende stanno adottando un modello ibrido, combinando server on-premises e data center esterni per gestire dati e servizi critici.

Questa scelta viene spesso motivata dall'importanza della sicurezza nel mantenere i dati critici all'interno del perimetro aziendale, pur beneficiando della scalabilità e flessibilità offerte dal cloud.

Vantaggi e rischi del modello As-a-Service

Molte aziende adottano ampiamente il modello as-a-service, che permette di rimanere agili e concentrarsi sul core business. Questo modello offre flessibilità, scalabilità e una migliore gestione dei costi operativi, oltre a permettere all'IT di beneficiare delle ultime innovazioni senza investimenti pesanti in infrastrutture hardware.

Tuttavia, ci sono anche alcuni aspetti da considerare, come la dipendenza dai fornitori e le sfide legate alla sicurezza dei dati e alla conformità normativa in un ambiente tecnico diversificato.

Il futuro dell'IT tra cloud ed Edge Computing

Una terza scuola di pensiero sta emergendo tra gli entusiasti del cloud e i più cauti, l'edge computing.

Questa visione prevede un IT che non dipende interamente dal cloud, ma che sfrutta anche risorse di calcolo locali. La velocità dei nuovi microprocessori e dei futuri processori quantici industriali potrebbe consentire una potenza di calcolo straordinaria a livello locale, favorendo lo sviluppo di applicazioni di intelligenza artificiale direttamente sui dispositivi.

Conclusioni

Secondo IDC, il mercato delle applicazioni enterprise raggiungerà i 602,2 miliardi di dollari entro il 2028. Nonostante l'ascesa del cloud, l'edge computing non è visto come un sostituto, ma come un complemento. L'edge computing è cruciale per la bassa latenza e la gestione dei dati in tempo reale, mentre il cloud è più adatto per la computazione meno sensibile alla latenza e lo storage a lungo termine.

In futuro, si prevede un aumento dell'uso degli Small Language Model (SLM) nell'edge computing, riducendo la dipendenza dal cloud per applicazioni di intelligenza artificiale mirate ed efficienti dal punto di vista energetico.

La sfida per i CIO sarà bilanciare l'uso di cloud ed edge computing per ottimizzare i benefici di entrambe le tecnologie, mantenendo sicurezza, efficienza e scalabilità.

4 Luglio 2024